[Homepage]
IL DIVORZIO ONLINE


Il divorzio è l'istituto giuridico che permette lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio quando tra i coniugi è venuta meno la comunione spirituale e materiale di vita ed essa non può essere in nessun caso ricostituita. Si parla di scioglimento qualora sia stato contratto matrimonio con rito civile, di cessazione degli effetti civili qualora sia stato celebrato matrimonio concordatario.

Il procedimento di divorzio può seguire due percorsi alternativi, a secondo che vi sia o meno consenso tra i coniugi:


1) divorzio congiunto, quando c'è accordo dei coniugi su tutte le condizioni, in questo caso il ricorso è presentato congiuntamente da entrambi i coniugi;
2) divorzio giudiziale, quando non c'è accordo sulle condizioni, in questo caso il ricorso può essere presentato anche da un solo coniuge.


Il divorzio si differenzia dalla separazione legale in quanto con quest'ultima i coniugi non pongono fine definitivamente al rapporto matrimoniale, ma ne sospendono gli effetti nell'attesa di una riconciliazione o di un provvedimento di divorzio.


Elementi necessari per richiedere il divorzio sono dunque:


1) il venir meno della comunione morale e spirituale;
2) la mancanza di coabitazione tra marito e moglie.


Le cause che permettono ai coniugi di divorziare sono tassativamente elencate nell'art. 3 della legge 1970/898 e attengono principalmente ad ipotesi in cui uno dei coniugi abbia attentato alla vita o alla salute dell'altro coniuge o della prole, oppure abbia compiuto specifici reati contrari alla morale della famiglia. Ma la causa statisticamente prevalente che conduce al divorzio è la separazione legale dei coniugi protratta ininterrottamente per almeno tre anni a far tempo dalla prima udienza di comparizione dei coniugi innanzi al tribunale nella procedura di separazione personale, anche quando il giudizio contenzioso si sia trasformato in consensuale. Per la decorrenza dei tre anni non vale il tempo che i coniugi hanno trascorso in separazione di fatto, senza cioè richiedere un provvedimento di omologa al Tribunale.


Il divorzio può quindi essere richiesto:


1) in caso di separazione giudiziale: qualora vi sia stato il passaggio in giudicato della sentenza del giudice;


2) in caso di separazione consensuale: a seguito di omologazione del decreto disposto dal giudice;


3) in caso di separazione di fatto: se la separazione è iniziata 2 anni prima del 18 dicembre 1970.


Nei primi due casi, tra la comparizione delle parti davanti al Presidente del Tribunale nel procedimento di separazione e la proposizione della domanda di divorzio devono comunque essere trascorsi almeno tre anni. Solo con il divorzio, marito e moglie mutano il loro precedente stato di coniuge e possono contrarre nuove nozze.


Effetti del Divorzio


A seguito di divorzio, la donna perde il cognome del marito, vengono meno i diritti e gli obblighi discendenti dal matrimonio (artt. 51, 143, 149 c.c.), viene meno la comunione legale dei beni ai sensi dell'art. 191 c.c. (se già non è accaduto in sede di separazione), cessa la destinazione del fondo patrimoniale (art. 171 c.c.) e viene meno la partecipazione dell'ex coniuge all'impresa familiare (art. 230 bis c.c.).


La sentenza di divorzio potrà stabilire provvedimenti su:


1) questioni patrimoniali e assegnazione dell'abitazione familiare;
2) versamento assegno divorzile;
3) affidamento della prole.

 

IL SERVIZIO DI DIVORZIO PERSONALE ONLINE


Il servizio di divorzio congiunto online consente di ottenere con facilità ed in modo economico un provvedimento di divorzio pienamente efficace ai sensi di legge.


Possono accedere al divorzio congiunto le coppie di coniugi che sono comparse davanti al giudice per la separazione da almeno 3 anni (non vale quindi la data del provvedimento di separazione, ma quella antecedente dell'udienza di comparizione davanti al Presidente del Tribunale).


Il servizio comprende le seguenti prestazioni:


1) Verifica delle condizioni di divorzio decise dai coniugi;


2) Redazione del ricorso per il divorzio congiunto da parte di un professionista di avvocati24ore.it;


3) Invio di una nota informativa contenente le istruzioni relative agli adempimenti da eseguire per presentare personalmente la domanda in Tribunale (documenti necessari, formazione del fascicolo etc.)


Il costo del servizio è di 300,00 Euro a coniuge (comprensivo dell'IVA).


Almeno uno dei due coniugi deve avere residenza anagrafica in Italia (anche se cittadino straniero) e la separazione deve essere stata pronunciata da un tribunale italiano.


A differenza del servizio di separazione consensuale il servizio di divorzio congiunto online senza l'assistenza di un Avvocato non è possibile per tutti i Tribunali italiani (consulta l'Elenco di seguito riprotato dei tribunali che consentono il divorzio congiunto senza l'assistenza di un legale).


In questi casi il servizio non potrà essere erogato e in alternativa verrà offerto un preventivo, non vincolante, per l'assistenza in giudizio.



ELENCO DEI TRIBUNALI CHE CONSENTONO IL DIVORZIO CONGIUNTO SENZA L'ASSISTENZA DI UN AVVOCATO


Il presente elenco potrebbe non essere aggiornato ed alcuni comuni sono compresi in circondari di tribunale diversi dalla provincia cui si appartiene, pertanto, vi invitiamo a contattare lo staff di avvocati24ore.it via email per conoscere se il vostro comune di residenza fa parte o meno del comprensorio di un tribunale che consente il divorzio congiunto senza l'assistenza di un avvocato.


NORD



·PIEMONTE: Aqui Terme, Alba, Alessandria, Asti, Casale, Monferrato, Tortona, Vercelli
·LOMBARDIA: Crema, Cremona, Lodi, Sondrio, Varese
·TRENTINO ALTO ADIGE: Trento, Rovereto
·FRIULI VENEZIA GIULIA: Gorizia, Tolmezzo, Udine
·LIGURIA: Chiavari, Imperia, La Spezia, Sanremo, Savona



CENTRO



·TOSCANA: Firenze, Grosseto, Massa, Pistoia, Siena
·ABRUZZO: Lanciano, Pescara
·LAZIO: Cassino, Frosinone, Rieti
·MARCHE: Ancona, Camerino, Fermo, Urbino
·ABRUZZO E MOLISE: Isernia, Larino


SUD E ISOLE



·CAMPANIA: Benevento, S. Angelo dei Lombardi
·PUGLIA: Bari, Foggia, Lecce
·CALABRIA: Reggio Calabria
·SICILIA: Agrigento, Barcellona, Pozzo di Gotto, Enna, Marsala, Modica, Sciacca, Siracusa, Termini Imerese, Trapani
SARDEGNA: Cagliari, Lanusei, Oristano



Quali sono i documenti necessari per il servizio di divorzio online?


· certificati di residenza di entrambi i coniugi;


· stato di famiglia di entrambi i coniugi;


· certificato di matrimonio;


· nel caso di figli minori o non autosufficienti è necessario esibire le ultime tre dichiarazioni dei redditi dei coniugi;


· copia di un documento di riconoscimento di entrambi.


Per la domanda di Divorzio, è necessario anche il verbale di udienza di separazione e il decreto di omologa della stessa, entrambi in copia autentica.



Nel caso in cui - pur sussistendo la volontà congiunta di divorziare - non si è riusciti a raggiungere un accordo, è possibile fruire dei seguenti servizi:


1) Consulenza legale online per risolvere questioni giuridiche o avere pareri e suggerimenti sulle condizioni da praticare.
2) Incontro Familiare per riuscire a raggiungere un accordo con l'altro coniuge, evitando un ricorso giudiziale.


Assistenza legale in diritto di famiglia


Non in tutti i casi è possibile accedere ai servizi di separazione e divorzio online.

Questo perché:


· non c'è consenso tra i coniugi sulle condizioni per la separazione o per il divorzio e deve perciò avviarsi un procedimento giudiziale;


· in caso di divorzio congiunto, il tribunale competente non ammette la presentazione del ricorso da parte dei coniugi personalmente ed è pertanto necessaria l'assistenza di un legale;


· sono necessarie domande particolari, come ad esempio la modifica delle condizioni di separazione o di divorzio, la richiesta del trattamento di fine rapporto, oppure è necessario formulare istanze al Giudice Tutelare o al Tribunale per i minorenni per quanto riguarda i figli.


In tutti questi casi, avvocati24ore.it è in grado di offrire assistenza legale giudiziale nella causa di separazione o divorzio, oppure negli altri procedimenti che non possono svolgersi senza l’assistenza di un legale.


Per richiedere assistenza legale contatta avvocati24ore.it tramite email ovvero compila l’apposito modulo richiesta di consulenza legale online.


Il servizio è reso nel pieno rispetto della normativa deontologica e delle tariffe forensi.